REFERENDUM COSTITUZIONALE

NO ALLA RIFORMA CHE STRAVOLGE LA DEMOCRAZIA

WIKILABOUR : GUIDA AL JOBS ACT

 La riforma del lavoro che il Governo sta realizzando, tramite la legge delega 183/2014, prevede uno smantellamento, decreto dopo decreto, del Valore del lavoro che la nostra Costituzione pone a fondamento della Repubblica a garanzia della libertà e della possibilità di partecipazione attiva delle persone alla vita sociale del Paese

CGIL : LA CARTA DEI DIRITTI DEI LAVORATORI

La Cgil presenta la 'Carta dei diritti universali del lavoro subordinato e autonomo

Sottoscrizione Stefana

Chiediamo a tutti di aderire alla sottoscrizione e di sostenere i lavoratori della Stefana in questa difficile vertenza.

Nuova sede Fiom a Lonato

 

 

Più forti con la Fiom la Fiom piu' forte con te

News

28set2016

Stefana di Nave: tutti i lavoratori del gruppo devono essere ugualmente tutelati

Alla fine del mese scade il periodo concordato di aspettativa dei lavoratori della Stefana, già nei giorni scorsi la Fiom ha contattato e comunicato al Ministero del Lavoro questa situazione, chiedendo, anche alla luce delle nuove circolari e modifiche dei decreti, la possibilità di poter usufruire di un periodo di Cassa integrazione straordinaria per poter affrontare la situazione dei lavoratori e del sito di Nave via Bologna.

20set2016

Stefana di via Bologna: nessuna offerta

Martedì 20 settembre 2016 , presso lo studio del notaio Mistretta, a Brescia, era prevista l’eventuale asta in relazione al bando per la cessione del sito Stefana di Nave via Bologna. Il bando era stato pubblicato il giorno 1 settembre 2016. L’asta non si è svolta in quanto non sono giunte offerte in merito.

17set2016

Basta morire sul lavoro!!

I segretari generali di Fim, Fiom e Uilm, Marco Bentivogli, Maurizio Landini e Rocco Palombella, hanno rilasciato oggi la seguente dichiarazione congiunta...

13set2016

Incontro sulle pensioni tra Cgil Cisl e Uil e Governo

In queste settimane si sono svolti e si svolgeranno degli incontri tra le Organizzazioni sindacali e il Governo sui temi che riguardano le pensioni e in generale la previdenza, in relazione a chi deve andare in pensione e anche chi è già in pensione.

Primo piano

05ago2016

Unionmeccanica : la piattaforma definitiva della Fiom

Il nostro obiettivo, nella trattativa con Unionmeccanica, è rinnovare il Contratto nazionale per la tutela e l’aumento del potere d’acquisto delle retribuzioni, il miglioramento delle condizioni di lavoro e della capacità competitiva delle imprese.

29lug2016

Confimi: Fim e Uilm firmano l'intesa

L'intesa sottoscritta oggi tra Confimi, Fim e Uilm non è rappresentativa né per le imprese né per i lavoratori e non costituisce un avanzamento nelle relazioni industriali. La rappresentanza di Confimi è limitata solo ad alcune e p oche aziende presenti in pochissime province; in quelle stesse imprese la Fiom è largamente maggioritaria e la presenza di Fim e Uilm o è residuale o non c'è.

30mag2016

Assegni nucleo familiare 2016

La legge n. 153/88 stabilisce che i livelli di reddito familiare ai fini della corresponsione dell'assegno per il nucleo familiare sono rivalutati annualmente. Il Dipartimento delle politiche per la famiglia, con il comunicato pubblicato sulla G.U. n. 35 del12.02.2016, ha reso noto che, in base ai calcoli effettuati dall'ISTAT, la variazione percentuale dell'indice dei prezzi al consumo tra l'anno 2014 e l'anno 2015 è risultata pari a – 0,1 percento. L’articolo 1, comma 287 della legge 28 dicembre 2015, n. 208, ai fini della rivalutazione da applicare sulle prestazioni assistenziali e previdenziali, ha stabilito che “l’analogo valore medio relativo all’anno precedente non può essere inferiore a zero”. Pertanto, in applicazione dei predetti articoli, restano fermi per l’anno 2016 gli importi degli assegni al nucleo familiare in vigore dal 01.07.2016 al 30.06.2017.
20mag2016

Risposta del Segretario Generale della Fiom di Brescia Francesco Bertoli all'intervento del Vicepresidente Aib Fabio Astori

Ho letto con attenzione l’articolo di Fabio Astori sull’accordo raggiunto alla Imp Pasotti di Pompiano, sul quale vorrei esprimere un mia riflessione che parte da un primo punto, che purtroppo mi sembra la chiave del ragionamento di Astori: Confindustria e chi la rappresenta a tutti i livelli ha ragione e tutti gli altri hanno torto, fino al punto di mettere in discussione il modo con cui un imprenditore gestisce la sua impresa, compreso il capitolo delle relazioni sindacali.

Fotografie